Destini

Esco di casa per prendere l’auto. La trovo con una gomma a terra. Mentre armeggio per cambiarla un vicino di casa gentile si offre di gonfiarmela. Cosi’ posso arrivare dal gommista e farmela riparare direttamente senza stare a smontarla. Buona idea. Dal gommista, buttate in un angolo, ci sono tre vecchie biciclette da corsa, montate ‘sportive’, come si diceva una volta, vale a dire con manubrio da passeggio. Una Moser in acciaio bianca con le congiunzioni cromate, una rossa anonima con il telaio in alluminio e la forcella in carbonio ma con due belle ruote ad alto profilo a venti raggi Campagnolo Vento, un classico dei primi anni ’90. Tra le due un’altra, di taglia piu’ piccola, telaio in acciaio, vernice arancio, messa maluccio, un po’ rimaneggiata nei componenti, i cavi tenuti con rattoppi di nastro isolante. Chiedo che ci fanno li’, appoggiate alle pile di gomme. Mi rispondono che quella rossa in genere la usa il capo, le altre servono al personale per fare qualche commissione in giro oppure vengono prestate a qualche cliente. Ma a malincuore, perché i clienti hanno poco riguardo, anzi tendono a maltrattarle un po’. Un vero peccato. Soprattutto perché la bicicletta arancio sul tubo obliquo ha una banda blu, su cui c’è scritto in stampatello a caratteri gialli ‘Molteni’. E sul piantone, scritto in piccolo, fa capolino il nome di Colnago…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: