Brunate d’inverno

brunate

Ieri sono salito in bici a Brunate. La salita è di quelle dure, almeno per me, tanto che era un po' che me ne tenevo alla larga. Mi sono fermato alla Baita Carla, la prima che si incontra dopo la Capanna CAO, sopra San Maurizio. Piovigginava, le nubi erano basse e tranne qualche raro tratto in cui non c'era foschia, le rampe d'asfalto si infilavano nella bruma e si perdevano alla vista. Il panorama, dalla balconata della baita, era quello della foto qui sopra, con le montagne che sembrano galleggiare sulle nuvole. In discesa si gelava. Superfluo dire che non ho incontrato altri ciclisti…