Articoli con tag: pista

Questa ragazza farà strada…

Se a ogni mondiale della pista ci esplode in casa un talento, beh, direi che non ci possiamo proprio lamentare. L’anno scorso ci aveva pensato Filippo Ganna a piazzare il colpaccio, con l’oro nell’inseguimento individuale. Quest’anno invece, che  il circo

Questa ragazza farà strada…

Se a ogni mondiale della pista ci esplode in casa un talento, beh, direi che non ci possiamo proprio lamentare. L’anno scorso ci aveva pensato Filippo Ganna a piazzare il colpaccio, con l’oro nell’inseguimento individuale. Quest’anno invece, che  il circo

Filippo Ganna

Filippo Ganna ha vinto la medaglia d’oro nell’inseguimento individuale ai Campionati del Mondo di Ciclismo su pista svoltisi a Londra la settimana scorsa. Filippo si chiama Ganna come il vincitore del primo Giro d’Italia, nel 1909, ma non sono parenti.

Filippo Ganna

Filippo Ganna ha vinto la medaglia d’oro nell’inseguimento individuale ai Campionati del Mondo di Ciclismo su pista svoltisi a Londra la settimana scorsa. Filippo si chiama Ganna come il vincitore del primo Giro d’Italia, nel 1909, ma non sono parenti.

Edward Hopper

Edward Hopper, French Six-Day Bicycle Racer, 1937. Qui un articolo di approfondimento sul dipinto e il soggetto ritratto.  Sull’artista americano è agli sgoccioli (chiude il 3 Febbraio prossimo) una mostra retrospettiva al Gran Palais a Parigi.

Edward Hopper

Edward Hopper, French Six-Day Bicycle Racer, 1937. Qui un articolo di approfondimento sul dipinto e il soggetto ritratto.  Sull’artista americano è agli sgoccioli (chiude il 3 Febbraio prossimo) una mostra retrospettiva al Gran Palais a Parigi.

Gold

Gold di Leo Espinosa via bicyclegraphicdesign.

Gold

Gold di Leo Espinosa via bicyclegraphicdesign.

Velodromo

foto di James Deavin della serie The Games we Play via designporn.ca

Velodromo

foto di James Deavin della serie The Games we Play via designporn.ca

Un’americana di 266 km

Ieri Mark Cavendish ha messo ancora una volta in fila il gruppo. Questa volta pero’ eravamo nientemeno che ai Campionati del Mondo su strada 2011, a Copenaghen. E il buon Mark dall’Isola di Man, ventisei anni, due gote perennemente rosse

Un’americana di 266 km

Ieri Mark Cavendish ha messo ancora una volta in fila il gruppo. Questa volta pero’ eravamo nientemeno che ai Campionati del Mondo su strada 2011, a Copenaghen. E il buon Mark dall’Isola di Man, ventisei anni, due gote perennemente rosse